Dove comprare casa a Madrid? Quali quartieri preferire? Sono le domande che si pongono coloro che hanno scelto la capitale spagnola per il proprio investimento immobiliare.

In effetti, c’è solo l’imbarazzo della scelta, viste le dimensioni della città ma anche le differenze che distinguono un barrio dall’altro.

Nell’articolo che segue esploreremo l’argomento nel modo più completo possibile, descrivendo le opportunità dei quartieri più importanti e trattando, infine, un caso del tutto particolare: quello di Salamanca.

I migliori quartieri di Madrid

Comprare casa a Madrid è un’alternativa da prendere sempre in considerazione. D’altronde, si tratta della capitale di un paese avanzato come la Spagna, dunque quasi per definizione le opportunità di investimento sono eccellenti. A patto, ovviamente, di saperle sfruttare.

Sono comunque i numeri di Madrid a testimoniare l’opportunità dell’investimento immobiliare. Infatti, se da un lato è vero che i prezzi delle case sono oggettivamente alti, dall’altro lato questi sono in crescita. Secondo alcuni recenti osservatori, i prezzi delle case a Madrid aumenteranno di almeno il 4-5% nel 2019. Se si proietta questa tendenza nei prossimi cinque anni, si potrebbe stimare un surplus (in casi di vendita, ovviamente) a doppia cifra.

Senza contare la possibilità di mettere subito a frutto l’investimento, ovviamente affittando l’abitazione appena acquistata. Le locazioni madrilene si aggirano su una media di 17 euro al metro quadrato / mese. Una cifra altissima.

Come già anticipato, però, i quartieri di Madrid sono molto vari, e si differenziano per caratteristiche, opportunità e prezzi. Di seguito, una breve descrizione di quelli più importanti.

Sol-Gran Via. Corrisponde più o meno al centro cittadino. Inoltre è un nodo stradale di fondamentale importanza. Dal punto di vista turistico, poi, è una zona davvero molto frequentata. Chi intende investire in Sol-Gran Via deve tenere d’occhio i prezzi, che possono superare tranquillamente i 5.000 euro al mq. Le locazioni, in compenso, sono molto costose e si aggirano sui 18 euro al mq/mese.madrid

Chamberi. E’ un quartiere leggermente più periferico, comunque a ridosso del centro cittadino. In passato, è stato il quartiere “bene”, quello riservato alla nobiltà di Madrid. Attualmente è un quartiere essenzialmente turistico e storico, vista l’elevata concentrazione di monumenti. Dal punto di vista immobiliare, le cifre (relative all’acquisto e alla locazione) sono simili a quelle di Sol-Gran Via.

Retiro. Il quartiere è famoso per la presenza del Parco del Retiro, che è uno dei più bei parchi di tutta la Spagna. La densità abitativa non è elevata, quindi può essere meta di chi sogna un’esperienza residenziale tranquilla. E’ comunque un quartiere esclusivo, come si evince dai prezzi delle case. Si parla, in media, di 4.500 euro al metro quadro.

Malasana. E’ uno dei quartieri più vivaci di Madrid, soprattutto dal punto di vista culturale. Presenta inoltre delle architetture molto caratteristiche. Ricca di attività, frequentata da turisti, studenti e residenti, è la meta privilegiata di chi vuole investire per ottenere più reddito possibile. Infatti, se da un lato i prezzi per l’acquisto sono altissimi (superiori in media a 5.400 euro al mq), dall’altro lato i canoni di locazione superano ampiamente i 20 euro al mq/mese.

La Latina. E’ il vero quartiere popolare di Madrid. Lo si evince, tra le altre cose, dai prezzi delle case, che per gli standard della capitale spagnola sono molto bassi. Si aggirano, infatti, sui 2.400 euro al metro quadrato. Anche i canoni di locazione, dal punto di vista dell’inquilino, sono “sopportabili”. Ciò non significa che La Latina sia un quartiere brutto, anzi: proprio la sua dimensione popolare gli dona un fascino particolare, ricco di colori e vivace sul piano culturale.

Salamanca. E’ il quartiere finanziario della città, sebbene si trovi molto vicino al centro cittadino. Salamanca rappresenta quasi un unicum tra i barrios di Madrid, quindi è bene trattarlo a parte. Lo faremo nel prossimo paragrafo.

Comprare casa a Salamanca: un’alternativa da prendere in considerazione?

Salamanca è un quartiere che fa storia a sé. In primo luogo, per i numeri che lo caratterizzano. Senza alcun dubbio, Salamanca è il barrio più costoso della capitale, se non dell’intera Spagna. I prezzi delle case raggiungono, mediamente, gli 8.000 euro al mq. Ciò significa che per acquistare un appartamento sufficientemente grande, pari a 120 mq, dovrete sborsare una cifra vicina, se non superiore, al milione di euro.

Tuttavia, è ugualmente un quartiere da prendere in considerazione, se il vostro obiettivo è comprare casa a Madrid. In primis, perché i prezzi non accennano a diminuire, anzi. Nonostante la crisi, le abitazioni in Salamanca non hanno smesso di crescere. Questo, in prospettiva surplus, è un’ottima notizia, tanto più che si ragiona su cifre quasi astronomiche.

Inoltre, è la migliore zona per chi vuole affittare, mettendo così a frutto immediatamente il proprio investimento immobiliare. In primis, gli inquilini non mancano mai: Salamanca è un quartiere estremamente vivace dal punto di vista professionale, e di fatto importa lavoratori qualificati e soprattutto altospendenti (in media, ovviamente). Secondariamente, perché i canoni sono estremamente alti. Si parla, infatti, di 20 euro al mq mese. Ciò significa che se affittate il già citato appartamento di 120 mq, potrete guadagnare più di 2.400 euro al mese!

Insomma, nonostante lo sforzo “iniziale” che richiede, Salamanca è un quartiere da prendere seriamente in considerazione, se state pensando di comprare casa a Madrid.